Sorbolo: tre operai in nero in un laboratorio tessile, denunciata un’imprenditrice

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

A conclusione di una complessa attività ispettiva che ha avuto inizio nel  giugno scorso, all’interno di un laboratorio tessile, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Parma,  in collaborazione con i  militari Comando Stazione di Sorbolo, hanno denunciato in stato di libertà la titolare dell’azienda, una 57enne di origini cinesi.

I controlli ad una azienda di confezioni e accessoristica per donna, sita nel sorbolese i cui proprietari sono di origine cinese aveva evidenziato fin da subito delle evidenti criticità in materia di sicurezza sul lavoro.

Sono stati necessari approfonditi accertamenti per fare emergere dai libri contabili l’assunzione da parte della titolare della ditta di tre operai di nazionalità cinese privi di regolare permesso di soggiorno e per i quali non erano stati versati i contributi previdenziali e assistenziali.

 

† Terra Santa 13 – Come Giuda nell’orto degli ulivi. E Dio mi ammonisce… (di Andrea Marsiletti)

 

A carico dei responsabili, che già in passato erano stati oggetto di verifiche da parte dei militari, sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 32.000 euro.

A conclusione dell’attività investigativa i Carabinieri hanno comunicato gli esti all’Autorità amministrativa e giudiziaria competente per i provvedimento che riterranno opportuno adottare.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma

lodi_maggio24
SanMartino
kaleidoscopio
Casa Bambini