Via Emilia bis, Alinovi replica a Iotti

steamdic2020

31/10/2012

In relazione alla presunta volontà di questa Giunta di affidare un incarico professionale all’Ing. Paolo Sorba per la redazione del Progetto preliminare della via Emilia Bis secondo stralcio, viste le copiose notizie apparse a mezzo stampa, infarcite da faziose e tal volta surreali considerazioni da pre-campagna elettorale da parte di alcuni nostri consiglieri di opposizione, ritengo sia giunto il momento di fare un po’ di chiarezza su questa vicenda che ha gli ambigui e stucchevoli contorni della caccia alle streghe, quando in maniera incontrovertibile si tratta semplicemente di un grosso pasticcio amministrativo e che come tale dovrebbe essere affrontato ed in quel recinto restare circoscritto.

Ma ricostruiamo i fatti:

  • la giunta Ubaldi con delibera del 13/07/2006 n.918/57 esprime orientamento positivo per l’affidamento d’incarico del progetto preliminare priorità 1 e 2 stralcio Est della via Emilia Bis per la cifra di € 93.170,72, ad un professionista esterno al Comune;

  • Contestualmente la ragioneria del comune effettua una prenotazione della spesa sul capitolo incarichi del settore lavori pubblici all’interno del bilancio 2006 sempre per € 93.170,72 per dare capienza alla delibera.

  • Successivamente in data 12/10/2006 con delibera di giunta n.1253/81 viene approvato in linea tecnica il progetto preliminare priorità 1 e 2 stralcio Est della via Emilia Bis, a firma dell’Ing. Paolo Sorba dello studio A.I. Erre Engineering e lo stesso progetto viene inviato all’Anas in data 23/10/2006 prot. 173870 per pareri di competenza; in quest’ultima delibera di approvazione non si fa alcuna menzione alla determina dirigenziale di incarico che avrebbe dovuto essere redatta prima dell’approvazione del progetto, ovvero il progetto è stato approvato senza che fosse stato formalizzato ufficialmente un incarico al progettista.

  • Nel dicembre 2008 , sotto la giunta Vignali ed in occasione della stesura del consuntivo di bilancio, il dirigente del Settore Finanziario dell’epoca autorizza la revoca della prenotazione della spesa di € 93.170,72 perché non è mai arrivata dal Settore Lavori Pubblici la determina d’incarico pur essendo stato approvato il progetto della via Emilia Bis ben due anni prima.

  • L’01/12/2011, sotto la gestione commissariale, viene approvata la determina n. 2013 sempre a firma del dirigente del Servizio Strutture Pubbliche, con la quale si rifinanzia l’impegno di spesa di € 93.170,72 che era stato revocato nel dicembre 2008.

  • L’ultimo atto di questa incredibile vicenda amministrativa costellata di errori grossolani, consiste nella determina dirigenziale del 18/10/2012 n.1209, determina salita oggi tristemente agli onori della cronaca, firmata sempre dal dirigente del Servizio Strutture Pubbliche, con la quale determina viene tardivamente dato oggi l’incarico di € 93.170,72 all’Ing. Paolo Sorba dello studio A.I. Erre Engineering, per un progetto consegnato ed approvato ben sei anni prima ovvero il 12/10/2006 con delibera di giunta n.1253/81, incarico mai pagato.

Dalla ricostruzione dei fatti si evince in maniera assolutamente incontrovertibile che questa Giunta non ha dato nuovi incarichi per la redazione di nuovi progetti riguardanti in alcun modo l’infrastruttura denominata via Emilia Bis.
Per quel che riguarda gli atti interni di verifica di quanto accaduto ho chiesto, con atto formale al Segretario Generale del Comune, di procedere all’annullamento della Determina, che a mio modo di vedere ha diversi elementi di illegittimità, primo fra tutti la richiesta di consegna oggi di un progetto già approvato nel 2006. L’annullamento della determina viene da me richiesta al fine di verificare in maniera definitiva, ovvero mediante indagine interna con commissione ad hoc, la correttezza dell’iter amministrativo, dei comportamenti degli organi amministrativi e la legittimità dell’affidamento d’incarico.
Per concludere vorrei poi fare qualche commento in relazione alle considerazioni infamanti fatte sul mio operato e sulle scelte attribuite a questa amministrazione.
Mi riferisco in primis all’affermazione del consigliere Ghiretti che mi accusa di scarso controllo della macchina amministrativa; ritengo di essere in buona compagnia in relazione a queste accuse visto che questo teatrino dei pasticci amministrativi è passato sotto il naso a tre giunte comunali, di cui una facente parte anche il nostro consigliere Ghiretti, ed una giunta commissariale.
Passo poi al consigliere dall’Olio che rimesta nel torbido mettendo insieme una notizia inesistente come quella di un nostro progetto della via Emilia Bis con pretestuosi attacchi su cose che nulla centrano e che dimostrano, a mio avviso, la scarsa onestà intellettuale del nostro consigliere.
E concludo in bellezza con le affermazioni beffarde del nostro consigliere Buzzi, da che pulpito la predica, e mi voglio scusare con Lei visto che come comparsa del teatro dell’assurdo io sono un neofita, ma Le assicuro che forse l’allievo potrà superare il maestro anche se non lo auguro ai miei concittadini.

Michele Alinovi
Assessore all’Urbanistica

lodi_12dic