Cécile Kyenge ospite d’onore alla Festa Multiculturale di Collecchio

Parlare di solidarietà, di migrazioni e fare memoria delle strategie messe in atto dalle nostre donne in tempo di guerra, nel tentativo di accogliere e proteggere l’intera collettività, a partire dalla scelta di tenere aperta la porta di casa e di condividere quel poco che c’era in tavola. È questo l’obiettivo dell’incontro “Resistere e nutrire. Strategie femminili di lotta, accoglienza e solidarietà” che si svolgerà a Collecchio, sabato 24 giugno.

Alle 20.45, nello Spazio incontri della Festa Multiculturale, ospite d’onore sarà Cécile Kyenge, ex ministro della Repubblica, ora europarlamentare, che farà il punto sul fenomeno delle migrazioni oggi. Elena Olivieri per la Rete Cibopertutti insieme a Lorena Carrara e Elisabetta Salvini, autrici del libro “Partigiani a Tavola. Storie di cibo resistente e ricette di libertà” presenteranno il documentario Pasta nera di Alessandro Piva: la storia incredibile, tutta femminile e probabilmente sconosciuta ai più, di migliaia di bambini in fuga dalle macerie e dalla povertà della seconda guerra mondiale, nei mesi successivi alla fine del conflitto. Quei piccoli attraversarono l’Italia in treno, soli e vennero accolti nelle nostre case, dove trovarono il calore e l’ospitalità che sono da sempre nel DNA della nostra cultura.

Ricordare oggi che, in tempi di miseria estrema, siamo stati capaci di compiere gesti così straordinari è un invito a riscoprire la nostra capacità culturale e umana di accoglienza e solidarietà.

L’oggi sarà attualizzato ascoltando le testimonianze di ragazzi e famiglie che hanno aderito ai progetti Tandem e Rifugiati in famiglia, buone pratiche di accoglienza che il nostro territorio ha saputo attivare grazie alla competenza di CIAC, Centro Immigrazione, Asilo, Cooperazione.

L’incontro, parte delle iniziative di Kuminda, è organizzato dalla Rete Cibopertutti in collaborazione con Associazione Mani, A.N.P.I., Comune di Collecchio, Consorzio di Solidarietà Sociale, con il patrocinio del Comune di Parma.