La buona battaglia: tre giorni per riflettere su scuola e università

Il Comune di Parma, in collaborazione con Società editrice Il Mulino, sotto la direzione scientifica di Claudio Giunta, organizza “La buona battaglia. Tre giorni sull’istruzione”: una serie di conversazioni, interviste, lezioni pensate per tutti coloro che a vario titolo sono interessati alla scuola e all’università: studenti, insegnanti, educatori, genitori.

“Abbiamo voluto che questa tre giorni – ha esordito l’assessore alla Cultura Michele Guerra – non fosse un Festival o una vetrina, ma un insieme di tavoli di discussione che avviassero un laboratorio operativo, che speriamo possa diventare un appuntamento fisso di vera utilità per un obiettivo centrale per il nostro Paese come è l’istruzione”.

“Questo appuntamento – ha detto l’assessora ad Educazione, Inclusione e Innovazione tecnologica Ines Seletti – vede la partecipazione di esperti eccellenti per le tematiche che verranno affrontate e il supporto e la sinergia d’intenti di altri Enti e realtà cittadine: sarà l’intera città di Parma a parlare di educazione e istruzione”.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato Antonella Sambri, responsabile relazioni esterne società editrice Il Mulino – è stato quello di cercare di portare a Parma i grandi esperti di scuola ed educazione per costruire dei percorsi che fossero portati avanti da chi conosce e vive la scuola da dentro, in una rassegna numero zero che speriamo possa avere un futuro”.

A spiegare nel dettaglio la genesi e i dettagli della rassegna è intervenuto il direttore scientifico Claudio Giunta: “abbiamo voluto che il programma affrontasse problematiche concrete della scuola e dell’istruzione, attraverso appuntamenti diversificati come lezioni esemplari, conversazioni autorevoli che potessero coinvolgere da vari punti di vista tutti coloro che quotidianamente si occupano di questo tema centrale nella nostra società”.

Da venerdì 26 alle 17.30 fino a domenica 28 ottobre alle 13 ci saranno lezioni esemplari (di lingua italiana, chimica, neuroscienze, con Luca Serianni, Marco Malvaldi, Vittorio Gallese), conversazioni su temi cruciali (l’italiano a scuola, l’educazione civica, le bocciature), panel tematici (la valutazione, l’informatica a scuola, l’educazione dei genitori, l’alternanza scuola-lavoro), interviste a studiosi ‘informati dei fatti’ (Lamberto Maffei, Antonio Schizzerotto) e una tavola rotonda finale dall’impegnativo titolo Che fare?.

La sera di sabato 27 ottobre andrà in scena “Woolf vs Joyce: due mondi incomunicanti”, uno spettacolo a cura di Valerio Magrelli, con la voce di Marco Baliani.

Inoltre, da lunedì 22 a giovedì 25 ottobre ci sarà, nelle librerie e nelle biblioteche di Parma, “Aspettando la buona battaglia”, una serie di incontri con autori ed autrici di libri dedicati all’istruzione.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Gli incontri sono validi per il riconoscimento crediti per insegnanti: il codice per iscriversi sulla piattaforma S.O.F.I.A. è 28323.

“La buona battaglia. Tre giorni sull’istruzione” nasce dalla collaborazione tra il Comune di Parma e la Società editrice Il Mulino, con il patrocinio dell’Accademia della Crusca, dell’Università di Parma e dell’Università di Trento, la partecipazione della Fondazione Agnelli e della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo e il contributo di Opem e Chiesi Farmaceutici.