Freddi (EP): Pezzuto ha contribuito alla ‘Parma da bere’… abbia più pudore

Cara Redazione,

al netto dei compagni timidi, dei catto-democratici, di chi immagina l’ideale nell’esperienza Venezuelana e chi, a sua insaputa o molto cosciente sa di essere un pericolo per la democrazia liberale, il caro collega Fabrizio Pezzuto, erede di una esperienza politica che le radici – profonde – sulla città, si lamenta dell’assenza del Sindaco (LEGGI).

Da tutti, ma in specifico dal collega Fabrizio Pezzuto, mi sarei aspettato un po’ più di pudore politico, di essere capace di evitare polemiche gratuite, nella speranza potesse contribuire a superare quel veleno che – chi prima di lui della sua area – ha contribuito alla “Parma da bere”.

Mi spiace che proprio il simpatico e pacioccone collega trascorra il proprio tempo a cercare di inventare polemiche o a strumentalizzare fatti con il solo intento di mettere in cattiva luce chi, come il nostro Sindaco, sta lavorando dalla mattina alla sera al servizio della città da 7 anni.

Vorrei consigliare al simpatico ed audace collega di concentrarsi sulle cose serie, questa amministrazione, la sua esperienza dal 2012, ci dice che per sanare l’illusione che la spesa a debito sulle spalle delle future generazioni è un delitto politico e “morale” – come piace dire al cattolico collega – ha bisogno di tanti “Federico Pizzarotti”.

Tanto rumore per nulla, tanta pochezza politica per nulla, tanto nulla che ripensando alla pochezza leghista, i loro interventi, sembrano essere davvero “qualcosa”.

MarcoMaria Freddi (consigliere comunale Effetto Parma)

CM2000