INTERVISTA – Rossana Casale, cantante e docente di Canto al Conservatorio Boito: “Il tributo delle Ladies in Rock alle grandi donne del rock”

Incontriamo Rossana Casale, cantante e artista Jazz Pop di fama nazionale e docente di Canto al Conservatorio Boito di Parma, che – insieme a Paola Folli e Diego Caravano – porta sul palco quattro bravissime interpreti del biennio appena avviato: Cristina Meschia, Rosa Alberini, Silvia Testoni e Marta de Pascale, affiancate dai musicisti Stefano Canali, Mattia Rubizzi, Simone Gigante, Pierpaolo Bacchi, Marco Ghilardicci, Tommaso Ruggero, Cristina Giorgi, Julyo Fortunato. 

Le Ladies in Rock si esibiranno giovedì 10 ottobre in un concerto dal vivo all’Osteria Salamini.

Come nasce questo nuovo progetto musicale?

Nasce come preziosa collaborazione tra il Dipartimento Pop Rock – uno dei primi aperti in Italia – del Conservatorio Arrigo Boito di Parma e l’Osteria Salamini, luogo storico di musica ed improvvisazione. Il concerto che si terrà giovedì 10 ottobre si intitola “Ladies in Rock” ed è un tributo alla musica scritta ed interpretata dalle grandi donne che hanno cantato il rock internazionale.

Quali ever green sentiremo durante il concerto?

I brani che verranno cantati sono di artiste femminili come Tori Amos, Kate Bush, Laurie Anderson, Patty Smith, Joni Mitchell, Sinead O’Connor, Annie Lennox, Carole King, Pink e quelli da loro interpretati dei Nirvana, Pink Floyd, Genesis e Peter Gabriel.

Quanto è importante salire su un palco per chi ancora studia?

Fondamentale e sono molto felice di questa nuova collaborazione, in quanto penso fermamente che sia importantissimo creare occasioni che permettano agli allievi di mettere in pratica tutto il lavoro svolto durante l’anno di studi. Un conto è studiare in classe, un altro è cantare davanti ad un pubblico: l’energia è totalmente diversa e anche il canto acquisisce un’altra valenza, facendosi trascinare dall’interpretazione e le emozioni che si vivono in quel momento sono uniche e irripetibili. Il pubblico cambia ogni sera e noi artisti viviamo la nostra vita e la esplichiamo attraverso la musica, quindi se cambia l’umore del pubblico, anche noi cambiamo e inventiamo cose nuove. È un incontro magico che è fondamentale insegnare.

Professionisti non si nasce, ma si diventa. Come può un percorso di studi come il Conservatorio aiutare gli allievi a diventare dei professionisti partendo da una passione come quella del canto?

Creare professionisti vuol dire portare loro tecnica e cultura di ascolto ed insegnargli a non smettere mai di cercare, di guardare nel passato e nel futuro, ma soprattutto vuole dire dargli i mezzi, fargli fare esperienza, tenerli uniti perché la musica si fa insieme. Creare energie di insieme e dinamiche emotive; questa per me è la cosa più importante. Spero che questo nuovo centro di musica sia l’inizio di un lungo percorso insieme.”

Ci può anticipare qualche altra iniziativa su cui sta lavorando in questo senso?

A novembre porterò all’Osteria Salamini il concerto del triennio che ha già debuttato recentemente a Borgotaro ottenendo un ampio successo di pubblico e critica. Sono molto orgogliosa dei miei allievi, li porto sul palmo di mano: sono loro il nostro futuro in musica.

Il concerto – con ingresso libero – delle Ladies in Rock dirette da Rossana Casale si terrà giovedì 10 ottobre all’Osteria Salamini con possibilità di cenare dalle ore 20.00 scegliendo tra due menù, uno tipico e l’altro vegetariano. Per ulteriori informazioni o prenotazioni è possibile contattare Giovanni Dacci nuovo direttore artistico e socio del locale al 345 7386832 oppure il Dado al 337 595682.