Salvini: “Datemi una mano perchè qui in Emilia Romagna cada il secondo Muro di Berlino”

“A noi piacciono le sfide importanti. E quindi conto che ci saranno tanti bolognesi, anzi, spero che non ci sia troppa gente che non riesce a entrare”.
Così, a margine di un comizio elettorale a Forlì, il segretario della Lega, Matteo Salvini, ha replicato a chi gli chiedeva un commento sulla prossima manifestazione in programma il 14 al Paladozza di Bologna per il lancio della campagna elettorale della candidata del centrodestra alle elezioni regionali, Lucia Borgonzoni.

A Bologna, ha proseguito, “parleremo di futuro, di programmi, ci saranno anche interventi che parleranno di arte, di storia, di identità, di cultura, di tradizione. Non sarà il classico comizio, getteremo le basi dell’Emilia-Romagna che verrà. Non vedo l’ora che arrivi questo 26 gennaio, con il sorriso”.

“Datemi una mano a far sì che qui in Emilia possa cadere il secondo Muro di Berlino, tutti insieme ce la faremo”. E’ il passaggio più applaudito dell’intervento di Matteo Salvini, a Carpi, nel modenese, davanti a qualche centinaio di sostenitori.

“Se ci date una mano a vincere qui in Emilia – ha detto – vi assicuro che torniamo al governo. Ora al governo c’è gente che scherza con i posti di lavoro, stanno massacrando la nostra economia, non glielo permetteremo”. In un angolo, sotto i portici una decina di contestatori ha fischiato il suo intervento. Ma contro di loro, in un clima ancora di scontro solo verbale, i sostenitori dell’ex ministro hanno replicato gridando “Buffoni, buffoni”, “Lega, Lega”. (Ansa)