INTERVISTA – Luca Musile Tanzi: “I miei primi passi da sindaco di Salsomaggiore. Ho apprezzato il voto favorevole di Bernazzoli alle nostre linee programmatiche”

Luca Musile Tanzi è da qualche mese il nuovo sindaco di Salsomaggiore.

Lo abbiamo intervistato per fare un primissimo bilancio delle attività svolte.

In questi primi due mesi da sindaco di Salsomaggiore, quali sono le prime questioni che hai dovuto affrontare?

Stiamo gestendo due emergenze.

La prima è quella nazionale dei profughi. In provincia di Parma ci sono alcuni Comuni che stanno facendo la parte maggiore, tra cui Parma e Salsomaggiore. In un incontro tra i sindaci e il Prefetto è uscita la posizione condivisa che ciascuno debba dare il proprio contributo. Una linea nei fatti poi disattesa. Quindi l’impostazione del Prefetto è quella, più semplice, di assecondare le disponibilità di chi si propone (per lo più cooperative) con delle strutture… guardacaso spesso quelle di Tabiano inutilizzate in questo momento.

Per una città turistica come Salso il danno è ancora più rilevante. Se in un centro come Tabiano, che conta 800 residenti, inserisci 130 profughi è evidente che danneggi fortemente l’economia locale. E’ la stessa emergenza che ha dovuto affrontare l’ex sindaco Fritelli.

 

† Terra Santa 5 – Un pezzo di resurrezione tra le dita (di Andrea Marsiletti)

 

Da parte nostra possiamo controllare che le strutture rispettino i requisiti di legge. Se così è, diventa poi un rapporto tra il Prefetto e le cooperative, e noi possiamo farci poco. Gli uffici verificano se sussistono irregolarità, eseguiamo dei sopralluoghi, solleviamo qualche rilievo.

L’altra emergenza riguarda la scuola materna che presenta problematiche di carattere sismico. Anche se il gestore e la struttura sono privati, stiamo cercando di trovare una nuova collocazione per evitare che dopo l’estate alcune famiglie si trovino in difficoltà.

Quali sono le prime cose che hai fatto?

Oltre ad aver affrontato queste due emergenze, stiamo lavorando sulla macchina comunale che necessita di un pò di restyling.

Poi c’è il tema importante della chiusura del concordato Terme. Ormai è stato alienato quasi tutto; restano il Porro, Casa Viola a Tabiano, le miniere. Le miniere resteranno pubbliche, come nei nostri indirizzi. Oggi sono utilizzate solo da TST allo Zoia, ma in futuro ci sarà anche QC Terme e speriamo possano riaprire Baistrocchi, Porro e Valentini.

Qual è la grande sfida per Salso?

Il rilancio della città passa dalla visione di un turismo del benessere.

Tra due anni ripartirà il Berzieri con QC Terme. Hanno versato gli oneri, i lavori sono partiti.
Se aumenteranno le presenze, la città sarà più viva, ci saranno più negozi aperti e altre strutture oggi all’asta o non gestite potranno avere un futuro.

Quali sono i primi riscontri dei cittadini?

Le aspettative sono elevatissime, il nostro successo elettorale nasce dalla grande fiducia che è stata riposta in noi. Credo che le aspettative non saranno disattese, ma non si può pensare di risolvere tutti i problemi in due mesi. Anche perchè il Comune non è un’azienda privata, ci sono modalità di manovra predefinite che bisogna seguire, procedure che devono essere rispettate e che richiedono tempo.

Le ultime amministrazioni di centrodestra di Salsomaggiore non sono durate molto, si sono auto-sfiduciate. Che clima c’è in maggioranza?

Sono molto soddisfatto della giunta composta da persone che hanno entusiasmo e voglia di lavorare. Lo stesso posso dire del Consiglio, formato da persone nuove che per la maggior parte non hanno mai fatto politica. Devo dire che il clima è molto buono.

Il candidato sindaco del Pd e del M5S, oggi consigliere comunale, Alessandro Bernazzoli ha votato a favore delle linee programmatiche della maggioranza? Te lo aspettavi?

Non me l’aspettavo e l’ho apprezzato. In realtà tutta la minoranza ha espresso, nella sostanza, un buon giudizio sulle linee di mandato. Spero sia stato colto il mio messaggio che, mai come oggi, è necessario lavorare nella stessa direzione: quella del rilancio della nostra amata città.

Andrea Marsiletti

cioccolato