Pizzarotti, aiutaci a far conoscere le Band

Lombatti

28/03/2014
h.12.10

Intervista ad Andrea Ricchetti (nella foto), chitarrista della band di Parma My Monthly Date, che sabato festeggerà i suoi 18 anni con un concerto insieme ai The Timeless Machine allo Shamrock Irish Pub di Fontevivo.

Che serata sarà quella dell’Eighteen Rock allo Shamorck Irish Pub?
Sarà una serata composta da una buona parte di divertimento e creatività; sarà sicuramente piena di novità e colpi di scena, da parte di tutte le band e solisti che si esibiranno. Parlando dell’aspetto ludico-creativo, l’ultima band che si esibirà sul palco presenterà un’interessante quantità di pezzi propri, tra cui alcuni già presentati di recente al circolo Giovane Italia in occasione del seminario “Il senso della musica” di Ivan Torelli.
Posso sicuramente dirvi che sarà una serata dove si attraverserà ogni genere di musica, partendo da esibizioni acustiche fino ad arrivare a generi più complessi e contemporanei.
Un’altra cosa che vi potete sicuramente aspettare dalla serata sarà una forte collaborazione tra i gruppi, che grazie alla loro passione sperano di dar vita ad una serata che coinvolga un pubblico di tutte le età, in modo di fare musica per tutti, musicisti e non.

Perchè hai deciso di festeggiare il tuo compleanno “live”?
Se devo essere sincero, il motivo è molto semplice: il fatto è che a me le serate passate in discoteca o in locali dedicati alla vita notturna non è mai piaciuto. Preferisco passare le serate in qualche locale ad ascoltare qualche band emergente insieme ad un paio di amici, oppure passarle condividendo la mia passione, suonando nei locali sparsi per la città. Esattamente per questo motivo ho deciso di festeggiare la maggiore età con una esibizione dal vivo, insieme ad altre persone che nutrono la stessa passione.

A Parma le band emergenti quali possibilità hanno di farsi conoscere?
Purtroppo il panorama musicale italiano è sottovalutato e se ne ha un’esempio col fatto che la musica dal vivo sia messa sempre più in secondo piano
Occorre quindi riuscire ad esibirsi davanti ad un pubblico più maturo e realmente interessato a sentire chi salirà sul palco: un buon esempio possono essere quei locali che permettono a più band di esibire il proprio materiale, osservati e supportati da persone presenti come spettatori “attivi”.
Sono comunque delle serate attese, condivise e pubblicizzate, serate che anche nel loro piccolo siano sulla bocca di un discreto numero di persone in determinati ambienti.

Al sindaco Pizzarotti che ci legge cosa ti sentiresti di chiedere per aiutare le band locali?
Credo che questa sia la domanda che interessi di più me e tutti i miei “compagni di avventura” e penso che un buon aiuto che il Sindaco possa dare alle band emergenti di tutta la nostra città sia di offrire degli spazi gratuiti dove poter provare e migliorare le proprie affinità con la band stessa e con il proprio strumento.
In più, può essere di aiuto organizzare eventi o manifestazioni dedicati proprio a loro, che permettano a tutti di farsi conoscere e di sperimentare e vivere l’esperienza del palco.

Adesso che sei maggiorenne, voterai per la prima volta alle elezioni. Tra i giovani votano tutti per il M5S? Con quali motivazioni?
Personalmente non ho ancora una idea ben precisa riguardo alla politica attuale; il M5S sta dando un volto nuovo alla politica, appoggiando i giovani in molti ambiti e forse è ben per questo che molti di loro lo hanno votato. Per ora non ho scelte particolari perchè il mio interesse verso la politica è sempre stato molto scarso e superficiale… tanto da non avere maturato tutt’ora, appunto, delle scelte ben precise su chi votare quando si presenteranno le elezioni.

AM