“Arrivo a Parma con l’entusiasmo del venticinquenne”

29/08/2009
h.19.00

(si ringrazia fcparma.com per la collaborazione)

Si è svolta questo pomeriggio nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio la conferenza stampa di presentazione dell’attaccante Nicola Amoruso, ultimo acquisto del Parma FC. A presentarlo, il Direttore Generale Pietro Leonardi.
“Per me oggi è un giorno doppiamente particolare, perché oltre ad essere il mio compleanno è anche il giorno in cui ho ricevuto un regalo chiamato Parma – sono state le prime parole da calciatore del Parma di Nicola Amoruso – Vorrei ringraziare il Presidente Ghirardi, il direttore Leonardi e tutta la società per avermi dato questa possibilità. Parma è la città ideale per giocare, tanti calciatori vorrebbero indossare questa maglia e giocare in questa città. Arrivo con l’entusiasmo del venticinquenne, anche se sono reduce da una stagione non brillantissima. Questo sarà un motivo in più per fare bene.”

L’INTRODUZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DEL PARMA FC PIETRO LEONARDI:
“Buon pomeriggio, siamo qui per presentare l’ennesimo acquisto del Parma. Colgo l’occasione, perché non l’ho fatto personalmente, per salutare Nicola Amoruso e per fargli gli auguri di buon compleanno, visto che oggi compie 22 anni… E’ una coincidenza che porta bene. Per Amoruso parlano lo score, la storia, le squadre in cui ha militato. Io mi auguro solo che lui ci dia una mano con l’entusiasmo che ha già dimostrato nell’accettare Parma come destinazione. Speriamo che trasmetta in campo tutto il suo entusiasmo, che ci aiuti nel raggiungimento dell’obiettivo che ci siamo prefissati. Del ragazzo, conoscendolo, non posso fare altro che parlare bene, mentre del calciatore parlano i numeri. Non aggiungo altro; passo la parola al protagonista.”

IL SALUTO DI NICOLA AMORUSO ALLA STAMPA:
“Buon pomeriggio a tutti. Per me oggi è un giorno doppiamente particolare, perché oltre ad essere il mio compleanno è anche il giorno in cui ho ricevuto un regalo chiamato Parma. Vorrei ringraziare il Presidente Ghirardi, il direttore Leonardi e tutta la società per avermi dato questa possibilità. Parma è la città ideale per giocare, tanti calciatori vorrebbero indossare questa maglia e giocare in questa città.
Arrivo con l’entusiasmo del venticinquenne, anche se sono reduce da una stagione non brillantissima. Questo sarà un motivo in più per fare bene. Ringrazio tutti per la splendida accoglienza: siamo già a campionato in corso e devo dire che sono anche molto contento che domenica prossima ci sarà già una sosta, in modo da potermi preparare al meglio per la ripresa del campionato, per potermi integrare al meglio alla rosa già esistente e per potermi inserire nel migliore dei modi.”

LE RISPOSTE DI NICOLA AMORUSO ALLE DOMANDE DEI GIORNALISTI:
Nicola Amoruso, sente la responsabilità di arrivare in una squadra il cui reparto d’attacco è composto da giovani promettenti ma inesperti?
“Da quello che ho visto, ed in questo senso ho anche seguito la gara del Parma ad Udine domenica sera, questa è una squadra giovane, ma composta da calciatori di grandissima qualità. C’è anche un buon mix, perché oltre ai giovani sono presenti in rosa anche meno giovani come Panucci o lo stesso Lucarelli, tutti calciatori che la Serie A la conoscono bene.
Per quanto mi riguarda, è normale che avendo un po’ di anni in Serie A alle spalle, cercherò di mettermi a disposizione dei giovani, perché credo che sia importante per loro l’aiuto dei più esperti.”

All’interno di questo Parma che punta alla salvezza, lei personalmente che ruolo pensa di ritagliarsi?
“Prima di tutto credo sia giusto essere in linea con l’obiettivo di questa società, che è quello di raggiungere al più presto una salvezza importantissima.
Per quanto riguarda gli obiettivi personali, beh, io sono un attaccante, perciò quando sarò chiamato in causa, spero di farlo nel migliore dei modi, realizzando quante più reti possibile e cercando di aiutare i compagni.
Per il resto ci sarà il mister a decidere cosa sarà meglio per la squadra.”

L’hanno accostata a tante altre squadre: perché proprio il Parma?
“Prima di tutto perché la società ed il direttore hanno avuto tanta fiducia in me, e questo è personalmente l’elemento più importante. Io voglio ripagare questa fiducia sul campo: oggi compio 35 anni ma sono arrivato con un grandissimo entusiasmo e con tanta voglia di fare bene in questa città ed in questa squadra.”