Buco Asp Ad Personam, Cgil: “Colpa della politica, non dei lavoratori”

proges_4_21

Apprendiamo che qualcuno, con quattro mesi di ritardo, si è accorto della situazione economica di Asp ad Personam, e ancora una volta denunciamo la grave strumentalizzazione che vede i lavoratori, i loro sacrosanti diritti sindacali accusati di essere parte delle problematiche che vedono il bilancio di Asp in negativo.

Nei giorni scorsi sulla stampa locale, il Movimento 5 Stelle di Colorno ha lanciato l’allarme sui conti dell’Asp Ad Personam e parlato di “problema del costo del lavoro e del personale”.

Purtroppo, ancora una volta, vengono scaricati sul lavoro e sui lavoratori le problematiche organizzative, legislative che caratterizzano Asp Ad Personam e in generale il sistema delle Asp.

Crediamo invece che parte del problema vada ricercato nella scarsa lungimiranza politica che le amministrazioni e la politica hanno di questi servizi, nati per generare una offerta maggiore di servizi al territorio e di supporto alle fragilità, rimangono ancorati ad un’ennesima versione delle case di riposo per anziani.

Siamo convinti che le Asp e che il sistema Asp vada profondamente ripensato, partendo dalle scelte a livello regionale per arrivare ai territori, all’ambito locale, dove le aziende dei servizi alla persona devono trovare le sinergie, le forze e le capacità per offrire servizi più ampli di quelli attuali, che si avvicinino maggiormente alle nuove esigenze che le comunità e i territori esprimono.

Tutto questo senza demagogia, senza deboli strumentalizzazioni politiche, senza eccessivi allarmismi che inevitabilmente ricadono sui lavoratori ma con la pragmaticità e la visione che inevitabilmente dovrà essere di lungo periodo, considerando anche l’impatto che certe scelte potrebbero avere sui servizi erogati, sul benessere dei lavoratori e sulle generale organizzazione di queste strutture.

Crediamo che sia fondamentale iniziare un percorso, come abbiamo già ribadito, che metta insieme amministratori, azienda, sindacati e che inizi a confrontarsi in modo concreto e risolutivo sulle prospettive delle aziende Asp, con quella visione del futuro che ogni azienda pubblica dovrebbe avere in servizi alla persona che sempre più velocemente cambiano le proprie esigenze e la propria forma, in questa ottica sarebbe fondamentale la stabilizzazione del personale somministrato che vedrebbe un significativo risparmio sul bilancio e l’ aumento dei servizi.

Per la Fp Cgil Parma
Ruggero Maria Manzotti

Responsabile Cgil Zona Colorno-Sorbolo
Antonio Mattioli

AV