Campari (Lega): “Dopo le promesse elettorali, l’AV a Parma scompare anche dai comunicati stampa”

“La promessa fatta dal Centrosinistra di una Fermata dell’Alta Velocità alle Fiere di Parma si rivela la bufala elettorale che è sempre stata e anche dalle comunicazioni ufficiali scompare ogni riferimento diretto all’opera. Nel comunicato stampa relativo all’incontro avuto dal sindaco Pizzarotti e dall’assessore Alinovi con il ministro (PD) De Micheli, della fermata non si parla già più, ma si accenna a un generico possibile potenziamento dell’Alta Velocità nel territorio di Parma. (leggi)

Non bisogna dare fastidio a Reggio Emilia.

Sono davvero lontani i tempi della campagna elettorale, in cui il presidente (PD) della Regione Stefano Bonaccini e il Ministro (PD) delle infrastrutture Paola De Micheli, promettevano a Parma l’attesa fermata e i candidati pizzarottiani Paci e Marani della lista “Bonaccini Presidente” raccoglievano firme a sostegno dell’iniziativa. Erano i giorni in cui la sinistra locale si presentava come la paladina dell’infrastruttura che lei stessa aveva scippato a Parma 20 anni fa per regalarla a Reggio Emilia.

Ora non se ne parla più.

La Lega continuerà invece a battersi per realizzare l’opera.

Nulla di nuovo dall’Emilia Occidentale”.

Così Maurizio Campari, senatore parmigiano della Lega, segretario della Commissione Lavori Pubblici di Palazzo Madama.