Bassa: arresto per maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona. Segregava e picchiava la convivente

assaggiami
Lombatti

I Carabinieri della Stazione di Colorno (Parma) hanno proceduto all’arresto di un uomo residente nella bassa parmense, L.T. cl. 65, già noto per pregresse vicende giudiziarie.

Nel corso degli ultimi mesi l’uomo maltrattava la convivente, una coetanea di nazionalità italiana, offendendola, minacciandola e sottoponendola anche a violenze di tipo fisico.

La donna, a seguito dell’ennesimo grave episodio, avvenuto il 22.07.2018 allorquando veniva picchiata violentemente dal convivente, riusciva a chiedere aiuto telefonando ai figli che a loro volta avvisavano i Carabinieri.

Si recavano presso l’abitazione i Carabinieri di Colorno e delle Stazioni di Roccabianca e San Secondo Parmense che prestavano soccorso alla donna che di fatto veniva “liberata”, poiché emergeva che era segregata in casa dal convivente che non la lasciava uscire.

Grazie alla denuncia della malcapitata e alle testimonianze dei suoi familiari, i Carabinieri riuscivano a far luce sulla triste vicenda e procedevano all’arresto in flagranza del suo convivente, in relazione ai reati di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona.

L’arrestato, su disposizione del Sost. Proc. Dr.ssa Paola Dal Monte della Procura della Repubblica di Parma, veniva condotto presso l’istituto Penitenziario di Parma.

Nei giorni seguenti l’arresto veniva convalidato dal GIP del Tribunale di Parma che confermava la custodia cautelare in carcere.