In arrivo contributi per le imprese artigiane

assaggiami
Lombatti

10/02/2009
h.12.30
 
Ammonta a 150mila euro la somma di cui potranno disporre le imprese artigiane del territorio. É stato approvato dalla giunta provinciale il bando che mette a disposizione finanziamenti che serviranno a sostenere l’avvio di nuove imprese artigiane, oltre che l’internazionalizzazione e l’innovazione, elementi prioritari per lo sviluppo dell’economia provinciale.
È indubbio, tanto più in un momento di difficoltà generalizzata come questo, che internazionalizzazione e innovazione siano alcune delle leve fondamentali sulle quali puntare per superare le attuali criticità – afferma il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari -. La carica innovativa in particolare può essere davvero elemento vincente per guardare al futuro con maggiore fiducia, senza naturalmente dimenticare la necessità ormai ineludibile di un confronto sui mercati, il cui orizzonte non può essere soltanto locale. Proprio per questo abbiamo deciso di sostenere le imprese artigiane su questi due temi chiave”.
L’ente attraverso questo finanziamento agisce con contributi in conto capitale per promuovere e supportare le realtà del territorio attraverso due azioni: incentivare le neo imprese privilegiando iniziative di carattere innovativo e supportare i processi di brevettazione europea e internazionale.
A beneficiare dei contributi saranno le aziende del territorio iscritte all’albo imprese artigiane. Ogni impresa potrà beneficiare al massimo di 10 mila euro.
Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 30 aprile 2009 alle 13.

Sostegno all’avvio di nuove imprese artigiane
I soggetti beneficiari saranno le imprese artigiane singole o associate che risultino iscritte all’albo provinciale a decorrere dal 1/02/2007.
Saranno finanziati nuovi strumenti informatici (hardware e software), opere edili e impiantistiche connesse con l’attività, consulenze inerenti il progetto, ricerca tecnologica e l’acquisto di tecnologie rivolte al miglioramento e alla produzione di nuovi prodotti o allo sviluppo di prototipi.
E ancora, i finanziamenti potranno servire per coprire le spese di acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e arredi. Il contributo concesso è un contributo in conto capitale fino alla misura massima del 35% delle spese ammesse.
La graduatoria sarà stilata sulla base di alcune caratteristiche dei progetti presentati, tra le quali il carattere di innovatività dei servizi offerti, l’attenzione alla tutela ambientale o la possibilità di creare nuova occupazione. Inoltre saranno favorite le imprese giovanili (composte per la maggioranza da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni), quelle femminili e quelle formate per almeno 2/3 da lavoratori che provengono da aziende in crisi o in ristrutturazione.

Sostegno ai processi di brevettazione europea e internazionale
A beneficiare saranno imprese artigiane singole o associate, non verranno accettate domande presentate da privati (inventori individuali).
I contributi potranno essere utilizzati per iniziative che abbiano come obiettivo finale l’ottenimento di un brevetto europeo o internazionale, relativo a invenzione industriale, modello di utilità e disegno o modello ornamentale.
Il contributo concesso è un contributo in conto capitale fino alla misura massima del 50% delle spese ammesse.