La squadriglia Antilopi del gruppo scout PR4 ha realizzato delle tele per donarle alle Pediatria d’urgenza

La squadriglia Antilopi ha fatto “un’impresa di squadriglia” e ha realizzato delle tele con i bambini e i ragazzi della Parrocchia di Santa Maria del Rosario di via Isola, dove hanno la sede, e hanno donato il risultato della loro iniziativa alla Pediatria d’urgenza dell’Ospedale dei bambini “Pietro Barilla”.

“La nostra impresa nasce dalla voglia di poter realizzare i nostri sogni che rispecchiano le nostre passioni, tra cui l’arte, per regalare un sorriso agli altri”, ha detto Eleonora Prencipe a nome della squadriglia Antilopi. “Dunque abbiamo pensato di esporre delle tele bianche che, grazie a tutte le persone che hanno aderito alla nostra impresa dipingendo, bambini, genitori, nonni, sono diventate colorate e piene di emozioni. Abbiamo pensato di sfruttare l’arte, che è un forte linguaggio comunicativo, per dare a queste tele un’identità, così da tele vuote sono diventate tele colorate e ‘sorridenti’, portatrici di allegria”.

 

Terra Santa, la spiritualità del primo miracolo di Gesù alle nozze di Cana in mezzo al trash dei pellegrini e dei venditori (di Andrea Marsiletti)

 

“Grazie alla varietà di colori – continua Eleonora Prencipe – ogni tela esprime molte emozioni perciò abbiamo pensato di regalare questo schizzo di felicità ai bambini e alle bambine dell’ospedale nella speranza che possano regalare loro dei sorrisi e possano aggiungere colore alle loro stanze e anche alla loro vita”.

Ad accoglierli il direttore Icilio Dodi e la coordinatrice infermieristica Giuseppina Nicosia che hanno subito individuato gli spazi per esporli ringraziando per il gesto di solidarietà e di amicizia che questi ragazzi e ragazze hanno voluto manifestare nei confronti di chi si trova costretto a frequentare il reparto pediatrico.

 

 

progesmag