Quando Lorenzo Lavagetto era alla chitarra dei Culpable, il fascino del rockettaro maledetto. VIDEO

steam1121

Venerdì 26 novembre tornano i concerti al circolo Arci Post Colombofili di Parma, con le esibizioni live dei Culpable e de “L’Angelo”.

Ormai da qualche anno i Culpable suonano con energia la sintesi delle sonorità amate dai membri del gruppo. Ritmi reggae, rock, ska, folk, électro, world ma anche melodia italiana, i Culpable invitano, ma non stravolgono, tutti questi elementi a ritrovarsi su pentagramma, su CD e soprattutto in Live. Amatissimi dal loro pubblico, i Culpable offrono una musica senza compromessi e di pregevole maturità.

I loro testi sono ritmati ed efficaci, le parole, spesso ironiche, alleviano e stemperano qualsiasi tentativo di serietà, ma senza perderla del tutto. La formula della ripetizione è scatenante, i loro refrain si imparano nel giro di un concerto. 

Non tutti sanno che qualche anno fa i Culpable avevano un fior fiore di chitarrista, d’eccezione: Lorenzo Lavagetto, oggi personaggio molto conosciuto e influente in città (leggi classifica “Top50 – Le 50 persone più influenti di Parma”) nel suo ruolo di capogruppo del Pd, che da tempo ha appeso la chitarra al chiodo.

Eccolo in una foto dell’epoca con un giaccone che sembra quello di Eric Draven de “Il Corvo” o del cantante dei Cure Robert Smith.

Chissà a quante ragazzine Lavagetto avrà spezzato il cuore con quella chitarra in mano e quel fascino da tenebroso rockettaro, bello e maledetto! Oppure in elegante giacca e cravatta come appare nel video sotto “Se non ci sei io piango”.

I suoi manifesti elettorali sono già pronti! Troppo facile vincere le primarie così!

Andrea Marsiletti