Progetto teatrale “Immediatamente mito”: presentazione dei monologhi elaborati con le scuole superiori

Quattro monologhi in cui ragazzi e ragazze adolescenti possono riconoscersi, ritrovando le proprie parole, le proprie sensazioni ed emozioni, ma soprattutto i propri “miti”. Esplorare il senso moderno di “mito”, attraverso il racconto personale dei giovanissimi partecipanti, è stato uno degli obiettivi primari del progetto “Immediatamente mito” – curato da L.O.F.T. e sostenuto da Fondazione Pizzarotti nell’ambito del bando “Trovarsi 2020” – che giunge a conclusione dopo due anni d’incontri e laboratori condotti prima nelle scuole medie e, poi, presso alcuni istituti ed enti superiori.

Come già l’anno scorso, dopo una prima restituzione in classe, i monologhi scritti dal drammaturgo Matteo Bacchini saranno presentati al pubblico in una serata speciale, lunedì 29 maggio, alle ore 21, presso il teatro della scuola L.Vicini, in via Micheli 16/a, Parma, e vedrà come interpreti in scena gli attori di L.O.F.T. Adriano Engelbrecht, Savino Paparella, Sandra Soncini e Franca Tragni.

 

“Né maschio né femmina, noi tutti siamo uno in Cristo”. Le religioni superino le differenze di genere (di Francesca Saccani)

 

I testi, elaborati partendo dal materiale prodotto durante i laboratori tenuti al Liceo Artistico Toschi, all’ISISS Pietro Giordani, nei Centri Giovani e all’ente Forma Futuro, saranno testimonianza del pensiero e delle esperienze dei partecipanti, racconteranno delle loro scelte, delle loro incertezze e paure, ma anche della loro voglia di futuro, rivelando al tempo stesso le identità dei quattro “mitici” personaggi prescelti, ossia quella di un celebre cantante del passato dallo stile inconfondibile, di una famosissima scrittrice alle prese con l’ispirazione letteraria vincente, di un venditore d’illusioni e sogni troppo facili da realizzarsi e, infine, quella di impavidi eroi, abitanti della nostra realtà.

cioccolato