Oltretorrente: una minorenne trovata con una mannaia nello zaino

proges_4_21

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente, hanno effettuato un controllo straordinario del territorio di competenza mirato a prevenire e reprimere reati predatori e di spaccio di sostanza stupefacente. Diverse le pattuglie impegnate nell’arco della giornata anche con l’impiego del Carabinieri di Quartiere che pattuglia a piedi nelle giornate di martedì, giovedì e sabato le aree ritenute più sensibili dell’oltretorrente.

Al termine sono state controllate oltre 60 persone, diversi esercizi commerciali e luoghi di ritrovo. All’interno del Parco Ducale è stato fermato per un controllo un 24enne gambiano, in Italia senza fissa dimora e gravato da precedenti di polizia. Lo stesso alla vista della pattuglia, allungava il passo per raggiungere un luogo dove la vegetazione consente di nascondersi. Immediatamente raggiunto e sottoposto a perquisizione, nella convinzione detenesse dello stupefacente, si rinveniva all’interno del marsupio un involucro di cellophane contenente oltre 10 grammi di hashish ed un taglierino con lama di 8 cm. utilizzato per dividere la sostanza in dosi. Il gambiano è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio. In Via Kennedy, la pattuglia, nel corso di un controllo ad alcuni ragazzi, ha rinvenuto nascosta, all’interno di uno zaino di proprietà di una minorenne, una mannaia. La giovane è stata denunciata alla Procura dei minori di Bologna per detenzione di oggetti atti ad offendere.

Altre due denunce sono state eseguite nei confronti di: un 48enne tunisino che controllato in Piazza Caduti del Lavoro è emerso aver violato l’ordine di lasciare il territorio italiano e di un 41enne ivoriano, residente a Gattatico (RE) che non ha ottemperato al foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per tre anni nel comune di Parma. Inoltre è stato anche sanzionato per la normativa COVID in quanto non ha rispettato le disposizioni previste per prevenire la diffusione del virus.

AV