Violenza sulle donne e negli ambienti sportivi: i provvedimenti della Questura per fronteggiare i due fenomeni

Casa Bambini
kaleidoscopio
SanMartino
lodi_maggio24

Prosegue incessante l’attività della Divisione Anticrimine della Questura di Parma, finalizzata al contrasto della violenza di genere e alla tutela della Sicurezza Urbana. Il Questore della di Provincia di Parma dr. Maurizio Di Domenico ha adottato nell’ambito delle attività finalizzate alla prevenzione dei reati e delle condotte socialmente pericolose sul territorio, una serie di misure di prevenzione, a seguito delle istruttorie svolte dalla Divisione della Polizia Anticrimine, disponendo l’applicazione di due  ammonimenti,  10 avvisi orali, 3 fogli di via, 1 D.A.Spo. notificato a un tifoso di una squadra di calcio che durante la partita di campionato di seconda categoria in provincia, si rendeva responsabile di comportamenti aggressivi ed intimidatori, nonché violenti ed antisportivi nei confronti dell’arbitro minorenne rincorrendolo e sputandogli addosso. A seguito di tali fatti, l’arbitro decretava la fine della partita trovandosi oramai in uno stato di timore ed umiliazione tali da non permettergli di dare seguito alla gestione della competizione.

È stato altresì notificato 1 D.ACUR. (divieto di accesso alle aree urbane) nei confronti di un extracomunitario già raggiunto da diversi provvedimenti di allontanamento dalla zona Stazione F.S. proposti dalla Polizia Ferroviaria. All’ennesimo controllo l’uomo è stato raggiunto da provvedimento di divieto di accesso.

La violenza contro le donne rappresenta un importante problema culturale e sociale. Difatti spesso la violenza ha effetti negativi a breve e a lungo termine, sulla salute fisica e mentale della vittima. Molto spesso gli episodi si verificano all’interno delle mura domestiche e spesso vedono spettatori incolpevoli minori con importanti ricadute anche nell’ambito della loro crescita e della loro formazione. Ecco perché gli effetti della violenza di genere si ripercuotono sul benessere dell’intera comunità e per questo la Polizia di Stato si impegna a prevenire e contrastare tale spregevole fenomeno.

Proprio in quest’ottica il Questore ha adottato due provvedimenti di ammonimento: il primo nei confronti di un uomo responsabile di condotte violente ripetutesi nel tempo nei confronti della moglie e messe in atto dinanzi ai figli minori.

Il secondo ammonimento è stato prodotto sempre per maltrattamenti e notificato a un uomo colpevole tra le altre cose di aver percosso la moglie con l’utilizzo di un ferro da stiro procurandole un trauma cranico.

I due ammoniti sono stati formalmente invitati a rivolgersi ai professionisti del Centro di Accompagnamento al Cambiamento degli uomini (Centro LDV), nell’ambito del protocollo Zeus firmato dalla Questura di Parma e dall’Ausl, a cui i soggetti potranno rivolgersi e dove verranno ricevuti da un’equipe di psicologi con i quali intraprenderanno un programma orientato all’acquisizione della consapevolezza, della responsabilità e alla dismissione dei propri agiti violenti. 

La Polizia di Stato ricorda i consigli da adottare in caso di violenza di genere:

  • chiamare immediatamente il numero di emergenza in caso di aggressione fisica o minaccia di aggressione fisica, se si è vittima di violenza psicologica, se il maltrattante possiede armi.
  • App YouPol realizzata dalla Polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio e bullismo, l’App è stata estesa anche ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche.
  • Rivolgersi immediatamente al Pronto Soccorso, soprattutto se si ha bisogno di cure mediche immediate e non procrastinabili, e dei Centri antiviolenza individuabili sul sito del Dipartimento delle Pari opportunità.

Questura di Parma

lodi_maggio24
Casa Bambini
kaleidoscopio
SanMartino