Aggiornamento della classifica delle 50 persone più influenti di Parma, dopo l’elezione di Michele Guerra

Lombatti

Pubblichiamo l’aggiornamento semestrale della tradizionale classifica dei Top 50, la graduatoria che fotografa la mappatura del potere cittadino, ovvero le 50 persone più influenti di Parma.

Chi sono coloro che per ruolo, relazioni, notorietà, visibilità, appeal, determinazione, leadership più incidono sulla vita della città? A suo insindacabile giudizio, il sottoscritto si è assunto la responsabilità di stilare la graduatoria.

L’ultimo aggiornamento era di dicembre 2021.

Cosa è cambiato da allora?

Ci sono state le elezioni comunali di Parma che hanno modificato radicalmente uno status quo che durava da dieci anni.

Innanzitutto la vetta della classifica è oggi occupata da Michele Guerra, il nuovo sindaco di Parma eletto al ballottaggio con il 67% dei voti.

Al secondo posto troviamo Massimo Fabi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, plenipotenziario della sanità locale essendo stato nominato anche commissario straordinario dell’Ausl con l’obiettivo di proseguire e ultimare il processo di unificazione delle due aziende sanitarie.

Sale tanto, fino alla 5° posizione, Lorenzo Lavagetto, il consigliere comunale più votato in assoluto nella lista (Pd) più votata in assoluto, vicesindaco di Parma e assessore alla cultura (leggi anche: Lorenzo Lavagetto, da eretico a santo).

Entrano alcuni assessori del Comune di Parma: Ettore Brianti al sociale e alla sanità (9°), Francesco De Vanna (Pd, 13°) ai lavori pubblici, verde pubblico e sicurezza, Gianluca Borghi all’ambiente e alla mobilità (22°). Fa un balzo in avanti di 26 posizioni Caterina Bonetti (21°), assessore ai servizi educativi e presidente dell’Assemblea cittadina del Pd.

Sulla scia di Guerra, fanno irruzione in classifica Michele Mendi (coordinatore della lista Michele Guerra, 19°), Guido Canali (campaign manager di Michele Guerra, 30°), Antonio Nouvenne (capogruppo della lista Michele Guerra, 34°).

Entra Ombretta Sarassi, direttore generale dell’Opem, che in qualità di presidente del Comitato di imprese per la riqualificazione dello Spip è già riuscita a ottenere risultati concreti e a far inserire nei programmi di tutti i candidati sindaco la riqualificazione della più importante area industriale della provincia di Parma da troppo tempo trascurata dalla politica. Fanno ingresso nella Top50 altri tre imprenditori: Gabriele Buia, nuovo presidente dell’Unione Parmense degli Industriali, Davide Battistini, presidente di Sinapsi Group, membro del Cda di “Parma io ci sto” ed editore di 0521 Mag, e Corrado Beldì, presidente della Laterlite spa.

Sempre in ambito politico, debuttano i consiglieri comunali Priamo Bocchi, esponente di FdI (primo partito nazionale), e Federica Ubaldi che ha riportato in Consiglio comunale la campana di Civiltà Parmigiana e un cognome che tanti parmigiani hanno apprezzato quando non amato.

Inevitabilmente in calo o usciti dalla classifica tutti gli esponenti dell’ancient regime di Federico Pizzarotti, a partire dallo stesso ex sindaco crollato dal 1° al 42° in una sera, ma, si dice, pronto a risalire essendo ben piazzato per un posto nel prossimo Parlamento.

Si è chiusa l’era di Federico Pizzarotti ed è iniziata quella di Michele Guerra.

Il Re è morto, W il Re!“… già, potremmo usare la formula con cui nella monarchia francese, precedente alla rivoluzione, si annunciava al popolo contemporaneamente la morte del re e l’avvento del suo successore, volendosi così affermare la continuità ininterrotta dell’istituto monarchico.

Sì, la possiamo usare, anche se qui a Parma di continuità, tanto in consiglio comunale che in giunta, se ne vede poca, pochissima.

Andrea Marsiletti

 

CLASSIFICA TOP 50 (Le 50 persone più influenti di Parma) – aggiornamento luglio 2022

1 – Guerra Michele, sindaco Comune di Parma (+1)
2 – Fabi Massimo, direttore generale Azienda Ospedaliera Parma (+4)
3 – Andrei Paolo, Rettore dell’Università di Parma (+6)
4 – Maioli Giampiero, amministratore delegato Crédit Agricole Italia (=)
5 – Lavagetto Lorenzo, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Parma (+8)
6 – Chiesi Alessandro, Chief Commercial Officier Chiesi Farmaceutici Spa e presidente “Parma io ci sto” (-3)
7 – Barilla Guido, presidente Barilla Spa (-2)
8 – Azzali Cesare, direttore Unione Parmense degli Industriali (=)
9 – Ettore Brianti, assessore welfare e sanità del Comune di Parma (new entry)
10 – Buia Gabriele, presidente Unione Parmense degli Industriali (new entry)
11 – Solmi mons. Enrico, vescovo di Parma (+10)
12 – D’Avino Alfonso, Procuratore Capo della Procura di Parma (=)
13 – De Vanna Francesco, assessore ai lavori pubblici e sicurezza del Comune di Parma (new entry)
14 – Garufi Antonio Lucio, Prefetto di Parma (=)
15 – Macera Massimo, Questore di Parma (=)
16 – Pizzarotti Paolo, presidente Gruppo Pizzarotti Costruzioni (-6)
17 – Massa Pio, presidente del Tribunale di Parma (=)
18 – Magnani Franco, presidente Fondazione Cariparma (=)
19 – Mendi Michele, coordinatore lista Michele Guerra sindaco (new entry)
20 – Gandolfi Gino, presidente Fiere di Parma (new entry)
21 – Bonetti Caterina, assessore comunale servizi educativi del Comune di Parma (+26)
22 – Borghi Gianluca, assessore ambiente e mobilità del Comune di Parma (new entry)
23 – Pagliari Giorgio, professore, avvocato (-4)
24 – Capezzuto Fernando, comandante della Guardia di Finanza di Parma (=)
25 – Chiesi Alberto, presidente Chiesi Farmaceutici Spa (-2)
26 – Alinovi Michele, presidente del consiglio comunale di Comune di Parma (-6)
27 – Vanolli Michele, segretario cittadino Pd (=)
28 – Alinovi Paolo, dottore Commercialista e revisore legale (new entry)
29 – Rinaldi Claudio, direttore Gazzetta di Parma (-3)
30 – Canali Guido, campaign manager Michele Guerra (new entry)
31 – Toscani Pasqualino, comandante Carabinieri Parma (=)
32 – Bollati Davide, presidente Davines spa (-4)
33 – Bocchi Priamo, consigliere comunale Fratelli d’Italia (new entry)
34 – Nouvenne Antonio, capogruppo lista Michele Guerra sindaco (new entry)
35 – De Belvis Federico, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia (=)
36 – Nani Francesco, referente di Repubblica Parma (=)
37 – Bolondi Michela, presidente Gruppo cooperativo Proges (=)
38 – Bosi Marco, assessore allo sport e bilancio del Comune di Parma (-16)
39 – Sarassi Ombretta, direttore generale Opem, Presidente Comitato rigenerazione quartiere industriale SPIP (new entry)
40 – Ferraguti Pietro, TV Parma 12 (=)
41 – Cavandoli Laura, deputata Lega Salvini premier (-11)
42 – Pizzarotti Federico, presidente di Effetto Parma (-41)
43 – Costi Dario, consigliere comunale “Ora” (=)
44- Massari Andrea, presidente della Provincia di Parma (+5)
45 – Vignali Pietro, consigliere comunale di Parma (-13)
46 – Ubaldi Federica, consigliera comunale Civiltà Parmigiana (new entry)
47 – Bazzini Cristina, presidente Gruppo cooperativo Colser-Auroradomus (+1)
48 – Battistini Davide, presidente Sinapsi Group, Cda “Parma io ci sto”, editore 0521 Mag (new entry)
49 – Beldì Corrado, presidente Laterlite spa (new entry)
50 – Marsiletti Andrea, direttore ParmaDaily.it (=)
Legenda
Aumento di più di 5 posizioni
Calo più di 5 posizioni
New entry