Noceto: modalità e orari per le visite ai defunti

Si avvicinano le ricorrenze dedicate alla celebrazione di tutti i Santi ed alla commemorazione dei defunti, che nell’attuale periodo di emergenza sanitaria saranno disciplinate in maniera diversa, attraverso misure atte a garantire la sicurezza. Nel rispetto delle prescrizioni volte a evitare il contagio da Covid 19, a Noceto l’accesso ai cimiteri del capoluogo e delle frazioni è consentito solo indossando la mascherina, igienizzandosi le mani e mantenendo il previsto distanziamento, per evitare ogni forma di assembramento.

«L’emergenza in corso» spiega il sindaco Fabio Fecci «necessariamente ci ha portato a rivedere il modello organizzativo con cui si svolgevano le celebrazioni legate a queste ricorrenze. Indispensabile adottare tutte le precauzioni anticontagio che già conosciamo: mascherine, disinfezione della mani, distanziamento. Per evitare assembramenti all’interno dei cimiteri volentieri abbiamo anche accolto l’invito di Ascom ConfCommercio ad istituire la “Settimana della commemorazione”, che si traduce nell’invito alla cittadinanza a diluire le presenze nei cimiteri lungo tutto l’arco di questa settimana, che va dal 26 ottobre al 3 novembre, evitando pericolosi assembramenti nelle giornate del primo e del due novembre.

Capisco quanto sia forte il legame con i nostri cari che ci hanno lasciato e quanto sia importante per tutti noi ricordarli con una preghiera e un fiore da deporre presso la loro tomba, ma quest’anno stiamo vivendo una emergenza straordinaria e delicatissima, per questo dobbiamo improntare i nostri comportamenti alla massima prudenza, per evitare che si inneschino situazioni di rischio. E per quanto riguarda il mercato del fiore, sempre come indicato nella lettera ricevuta da ASCOM, colgo l’occasione di ribadire che a Noceto non esiste nessuna forma di vendita abusiva, così come ogni manifestazione da noi organizzata si è sempre svolta nel massimo rispetto della legalità, a differenza di quanto purtroppo accade in alcuni comuni del territorio provinciale e regionale.

In riferimento alle prossime ricorrenze, quindi, segnalo che presso gli accessi dei cimiteri stiamo posizionando la cartellonistica che illustra le misure anticontagio, alle quali dobbiamo attenerci. Potenziato anche il servizio di sorveglianza che oltre al personale della Polizia municipale vedrà la presenza del personale operaio del Comune affinché le visite ai cimiteri avvengano con le modalità previste e per evitare concentrazioni di persone. Invito tutti a recarsi presso le tombe dei propri cari senza fare capannelli per chiacchierare ed a sostare all’interno dei cimiteri il minor tempo possibile, per consentire la rotazione delle presenza così che tutti possano accedere in sicurezza. Sono previste sanzioni per quanti non si attengono alle prescrizioni previste. Con i Sindaci del territorio provinciale abbiamo cercato di coordinarci per adottare una linea comune anche nell’interpretazione dell’ultimo DPCM, ovviamente però ognuno di noi poi si muove, nell’esercizio della propria autonomia nel rispetto delle norme, a seconda delle singole realtà dei territori amministrati.»

Domenica 1 novembre le Messe avranno luogo nella chiesa parrocchiale ai consueti orari previsti per le giornate festive. Lunedì 2 novembre nel capoluogo alle ore 8,30 sarà celebrata una Messa presso la chiesa parrocchiale, alle 10,00 presso il cimitero, dove sarà vietato l’ingresso dei fedeli all’interno della chiesetta – riservata solo al celebrante – che sono invitati ad ascoltarla presso le tombe dei propri cari.

Nelle giornate del primo e del due novembre nei cimiteri frazionali avrà luogo la benedizione possibilmente con la sola presenza del parroco.

Il cimitero del capoluogo è aperto dalle 8 alle 17 ogni giorno incluse le domeniche, nelle giornate del primo e del due novembre sarà vietato l’accesso alle autovetture.