Pizzarotti: “Non ricordo la consigliera Bonetti impegnata nelle battaglie Lgbt”

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti risponde alla consigliera comunale del Pd Caterina Bonetti in merito ai diritti delle coppie lgbt (LEGGI): “Tre coppie omogenitoriali di mamme, che con amore ogni giorno svolgono il ruolo difficile e bello di genitore per i loro figli, non si sono viste riconoscere dal Tribunale di Parma quel diritto a essere genitori. Famiglie arcobaleno che dovranno combattere quotidianamente per un diritto che poi, un giorno, forse verrà riconosciuto.

Io continuerò a essere al loro fianco.

Mi aspettavo gli attacchi dalla Lega, arrivati. Mi aspettavo gli attacchi da Fratelli d’Italia, arrivati anche quelli.

Ma mai mi sarei aspettato che il Pd di Parma, ridicolo come poteva essere in questa triste uscita, attaccasse noi, che come tante giunte e sindaci italiani, forti di alcune sentenze della cassazione, ponemmo la firma per riconoscere queste mamme come genitori una volta per tutte.

In questa battaglia non ricordo la consigliera Bonetti. Per la verità non la ricordo in nessuna delle importanti battaglie per i diritti avvenute in questi anni.

Questa sua uscita indebolisce non poco una battaglia che oggi reputo importante per molte persone che, tuttora, non si vedono garantiti diritti importanti.

Il PD di Parma sceglie la strada che gli è più consona: fregarsene della battaglia, proprio quando è il momento di essere uniti. Hanno appena dimostrato a quelle mamme che c’è una politica debole che non sa fare quadrato.

Poco male, noi andiamo avanti, rispettando la legge ma continuando questa battaglia con rispetto, in modo ragionato, civile e responsabile.”

lodi_12dic