“Sono io”: negli Istituti penitenziari uno spettacolo contro la violenza di genere

Lombatti
valparmahospital

In conclusione del laboratorio teatrale dell’anno 2022, la decisione di attori / detenuti e registi è stata quella di mettere in scena un’azione teatrale, che riguardasse episodi di violenza sulle donne. A poca distanza dal 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza di genere, i detenuti /attori hanno scelto di fare sentire in modo corale la loro voce per mostrare solidarietà e vicinanza a chi vive questa esperienza. Si è trattato di un’occasione per intensificare la vicinanza tra il contesto penitenziario e il resto della società civile.

La rappresentazione, che ha registrato il tutto esaurito per entrambe le serate, è stata introdotta da altri detenuti, che stanno svolgendo con esperti un percorso di riflessione sulle condotte violente nei confronti delle donne e che apriranno l’evento con la lettura di loro scritti.

Al termine delle rappresentazioni gli assessori comunali Beatrice Aimi, Ettore Brianti e Francesco De Vanna hanno consegnato agli “attori” gli attestati di partecipazione al laboratorio teatrale.

“SONO IO” è l’azione teatrale con la quale, dopo due anni di restrizioni a causa della situazione data da covid 19, gli Istituti penitenziari, in sinergia con Comune di Parma e Progetti&Teatro, hanno riaperte le porte alla cittadinanza di Parma, mettendo al centro un tema intra – generazionale e intra – culturale, sul quale è fondamentale lo sguardo e l’attenzione di tutta la collettività, compresa quella di chi è in carcere con obiettivi ri – educativi e di re – inserimento, finalizzati a favorire il mantenimento di legami solidi con il proprio contesto d’appartenenza.



Il laboratorio teatrale è un’esperienza ormai consolidata da anni negli Istituti penitenziari di Parma che ha sempre coinvolto con molto entusiasmo sia i partecipanti all’attività, che, una volta la settimana, si sono riuniti per sperimentarsi nel ruolo di attori. Il pubblico esterno tramite quest’iniziativa si può avvicinare alla realtà del carcere, eliminando per alcune ore le distanze e le barriere tra chi vive la nostra città liberamente e chi si trova costretto in carcere. Si tratta di un’occasione in cui la comunità dentro e fuori le mura degli Istituti penitenziari si incontra per condividere un evento speciale, come quello di un’azione teatrale, su un tema che coinvolge l’intera cittadinanza.

valparmahospital