Tenta il furto in un locale dei Servizi Sociali del Comune in via Bocchi: arrestato un 43enne

Ieri notte (14.11.2023) alle ore 02.40 le volanti sono intervenute in via Bocchi presso la struttura in uso ai Servizi Sociali del Comune di Parma, a seguito della segnalazione di un furto in atto.

Gli agenti intervenuti sul posto hanno immediatamente proceduto al controllo dei locali unitamente ad una pattuglia di un istituto di vigilanza privata giunta sul posto in quanto allertata dall’allarme antintrusione della struttura.

Da un primo controllo i poliziotti hanno subito notato che la porta di accesso alla struttura era stata forzata e che gli uffici si presentavano con gli armadietti aperti e rovistati. All’interno della sala d’aspetto i poliziotti hanno sorpreso un uomo nascosto dietro ai distributori delle bevande che, con alcuni arnesi da scasso, stava cercando di aprirli.

L’uomo è stato immediatamente bloccato dai poliziotti. Sottoposto a perquisizione personale sul posto, è stato trovato in possesso di numerosi arnesi da scasso rispetto alla cui disponibilità non è riuscito a fornire una giustificazione plausibile.

 

† Terra Santa 11 – Il Santo Sepolcro, il luogo più sacro del mondo (di Andrea Marsiletti)

 

Alla luce di ciò il soggetto è stato accompagnato in Questura dove è stato compiutamente identificato per un cittadino italiano 43enne residente fuori regione gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio oltre che dalla misura del divieto di dimora nel comune di Parma e Provincia.

Al termine delle incombenze di rito, il 43enne è stato tratto in arresto per il reato di tentato furto aggravato   e contestualmente denunciato per possesso di oggetti atti ad offendere. Dell’arresto è stata data immediata notizia all’Autorità Giudiziaria che ha disposto che l’uomo venisse trattenuto presso le camere di Sicurezza della Questura in attesa in attesa del giudizio di convalida.

Gli oggetti atti ad offendere rinvenuti sono stati sequestrati.

Il giudice all’esito del giudizio,  ha convalidato l’arresto ed ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere, fissando l’udienza al prossimo 21 dicembre.

Questura di Parma

lombatti_mar24