La Polizia stradale di Parma salva in A1 una famiglia a cui è esploso un pneumatico

Molti italiani si preparano a partire o sono già in transito per trascorrere le vacanze estive. Saranno tanti che si sposteranno per raggiungere le mete di villeggiatura lungo le coste e verso le zone alpine e prealpine, specialmente nei fine settimana.

L’impegno della Polizia di Stato, con la nostra specialità, ovvero la Polizia Stradale, è massimo, sono infatti state intensificate le presenze delle nostre pattuglie nei punti e nei periodi nevralgici.

Gli spostamenti, difatti si preannunciano più intensi in questo fine settimana e per oggi 8 agosto è previsto “bollino nero”. Bollino rosso anche per gli ultimi due fine settimana del mese, in cui si concentrerà il traffico di rientro.

E’ stato proprio grazie alla nostra presenza che oggi in A1, nel tratto in direzione Bologna, poco dopo Parma, è stato evitato un possibile maxi-incidente. Una berlina di una famiglia di Lodi è in tragitto verso Marina di Ravenna quando , ad un certo punto, gli esplode uno pneumatico, facendo andare in frantumi anche il paraurti. Immediatamente interviene una nostra pattuglia della Polizia Stradale, che effettuando dei rallentamenti controllati del traffico, già molto intenso, con la tecnica safety car, permetterà alla famiglia di accostarsi in tutta sicurezza in corsia di emergenza in attesa dell’arrivo del carroattrezzi.

LEGGI ANCHE: Top50: le 50 persone più influenti di Parma. Aggiornamento

Con l’occasione vogliamo ricordare quanto sia importante la manutenzione dei veicoli, infatti lo pneumatico è l’unico punto di contatto tra il veicolo e il suolo e per questo motivo è il primo dispositivo di sicurezza attivo e deve essere accompagnato da un montaggio omogeneo sugli assi: vale a dire sempre 4 gomme identiche per marca, misura e caratteristiche prestazionali e per tipologia (invernale/estivo) fatte salve alcune eccezioni indicate dal costruttore del veicolo.

Per ottenere migliori prestazioni nei tempi di frenata è opportuno sempre sostituire gli pneumatici adatti al periodo stagionale in cui ci si trova.
Infatti, con pneumatici invernali in periodo freddo gli spazi di frenata si riducono rispetto ad un equipaggiamento estivo del 20% con suolo asciutto e fino al 50% in caso di neve al suolo, ma è altrettanto vero che un veicolo di qualsiasi cilindrata e potenza, munito di pneumatici invernali in periodo prettamente estivo, allunga il suo spazio di arresto mediamente del 20% rispetto a quelli estivi.

Guidare con pneumatici lisci, danneggiati, non conformi a quanto previsto dalla normativa, espone i conducenti ad un elevato rischio di incidente stradale e costituisce un gesto di irresponsabilità che si ripercuote negativamente su tutto il sistema della circolazione, di cui tutti siamo parte integrante.

Può essere imputato all’automobilista irresponsabile l’omicidio stradale anche in casi di incidenti dovuti ad una non corretta manutenzione di un dispositivo di sicurezza come ad esempio un pneumatico liscio, non omologato o non corrispondente alla carta di circolazione.

Questura di Parma