Contro l’Aids una Giornata di informazione, test e iniziative in piazza a Parma

Torna la Giornata mondiale contro l’Aids e puntuali tornano in piazza a Parma operatori sanitari e volontariato per informare e coinvolgere la popolazione su prevenzione e test di diagnosi precoce, in collaborazione con il Comune di Parma. Saranno in piazza Garibaldi sotto i portici del Grano nella Giornata mondiale, sabato 2 dicembre dalle ore 8.30 alle ore 17.30, i professionisti delle Malattie infettive dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, del Servizio dipendenze patologiche, dell’Unità di strada e dello Spazio Giovani di Ausl insieme a volontari e studenti di Medicina per incontrare i cittadini, informare sulla prevenzione e offrire la possibilità di fare gratuitamente il test HIV dalle 10 alle 15.

Sottoporsi al test per l’HIV deve essere considerato come parte integrante della routine di cura di sé, senza paura né vergogna – afferma  Federica Carli coordinatrice della Commissione provinciale per la lotta all’Aids e responsabile dell’Ambulatorio Malattie infettive dell’ospedale Maggiore – Il virus dell’HIV infatti non discrimina in base a età, genere, orientamento sessuale o status socio-economico: dobbiamo pensare che ognuno di noi può essere esposto al rischio – prosegue – è cruciale dunque sottolineare che anche dopo un risultato positivo è consentita  una vita appagante e produttiva. Perché la persona che vive con HIV, sottoposta alle attuali terapie, non è contagiosa né per i suoi partner né per altri”.

Dall’Escape room a Radiofficina

Tra le organizzazioni di volontariato presenti, la Croce Rossa Italiana allestirà l’Escape Room “Escape Illness”, in cui gruppi di cittadini potranno partecipare entrando in una stanza chiusa, dove cercheranno di risolvere enigmi sul tema HIV-AIDS quale soluzione per uscire. Collaborano all’iniziativa anche due “educatori alla pari” (peer educator) delle scuole superiori che, presso appositi info point, svolgeranno attività di sensibilizzazione per i giovani e per tutta la cittadinanza sulla prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili e relativo stigma. Presenti sotto i portici del Grano anche volontari del Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM), con una specifica attività di informazione rivolta ai coetanei e l’associazione L’ottavo colore che si concentrerà sulla connessione della tematica HIV con la cultura della comunità LGBTQIA+, mentre Radiofficina sarà presente per la realizzazione di contenuti sulla tema, coinvolgendo cittadini giovani e meno giovani.

 

† Terra Santa 13 – Come Giuda nell’orto degli ulivi. E Dio mi ammonisce… (di Andrea Marsiletti)

 

L’insieme delle iniziative in programma si colloca all’interno del progetto “In piazza contro l’AIDS”, nato per conciliare l’attività di sensibilizzazione della popolazione con quella di prevenzione specifica per i giovani e i giovanissimi in occasione della Giornata mondiale. Le iniziative sono organizzate alla Commissione provinciale per la lotta all’Aids di cui fanno parte professionisti e operatori di Azienda Ospedaliero-Universitaria, Azienda Usl, Comune di Parma, Croce Rossa Italiana e i volontari delle associazioni L’ottavo colore, Segretariato Italiano Studenti in Medicina e ARCA Onlus.

In questi giorni inoltre, con lo slogan “Il lato positivo – Amo la vita anche con l’HIV. Grazie al test sono in terapia e non trasmetto l’infezione”, viene diffusa anche a Parma e provincia la campagna informativa regionale, con decide di manifesti dedicati nella sale d’attesa delle due Aziende sanitarie, comunicazioni mirate sui social, spot su radio e tv locali con le testimonianza dei professionisti della Commissione Aids.

I test tutto l’anno

E’ sempre possibile effettuare il test HIV all’ambulatorio prelievi delle Malattie infettive dell’ospedale Maggiore a Parma al 2° piano della Torre Medicine (pad 1) dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00. Infermieri “formati” in modo specifico effettuano un counselling pre-test, fornendo informazioni personalizzate. L’ambulatorio, guidato da Federica Carli, e afferente all’Unità operativa Malattie infettive diretta da Gabriele Missale, segue attualmente circa 1.200 pazienti affetti dall’infezione ed effettua più di 500 test di screening ogni anno. Tra i residenti a Parma e provincia nel 2022 sono state 33 le persone cui è stata diagnosticata l’infezione da HIV, in maggioranza uomini nella fascia di età 30-64 anni (a cui si aggiungono sette persone non residenti a Parma). Nella maggioranza dei casi l’infezione è avvenuta a seguito di rapporto eterosessuale. E’ possibile eseguire il test HIV anche presso il Ser.DP in via dei Mercati 15/b a Parma con libero accesso dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 13.30, il martedì e il giovedì anche al pomeriggio dalle 14.30 alle 16. Per informazioni si può consultare il sito della Regione Emilia-Romagna www.helpaids.it e il numero verde regionale Help Aids 800 856080, dove è possibile ricevere informazioni in forma anonima e gratuita dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 18 e il lunedì anche dalle 9 alle 12.