Er.Go, aperto il bando per il 2010/2011

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

Rubrica: University
__
30/07/2010
h.15.20


E’ aperto il bando di Er.Go – l’Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori – per l’assegnazione di servizi e benefici agli studenti universitari dell’Emilia Romagna nell’anno accademico 2010/2011. Sono messi a bando alloggi, borse di studio, contributi per la ristorazione, prestiti e contributi per esperienze di studio e lavoro all’estero, servizi e contributi per i disabili.

Borse di studio
Il bando, che nei tre anni precedenti ha assicurato la borsa di studio al 100% degli idonei – con una spesa nel 2009/2009 di oltre 60 milioni di euro in favore di quasi 16mila studenti – punta a confermare questo risultato per il quarto anno consecutivo. Le borse di studio avranno un valore che varierà tra un minimo di 1402 ad un massimo di 5073 euro annui, sulla base delle condizioni economiche dello studente e della condizione di studente pendolare, fuori sede o in sede.

Alloggi – Le novità di Rimini, Forlì e Reggio Emilia
Il bando di Er.Go prevede l’assegnazione di oltre 3000 alloggi, di cui 1414 a Bologna, 22 a Cesena, 120 a Forlì, 90 a Rimini, 267 a Ferrara, 352 a Modena, 115 a Reggio Emilia e 622 a Parma.
Le novità principali di quest’anno riguardano Rimini, Forlì e Reggio Emilia. Rimini, infatti, per la prima volta avrà una residenza universitaria, grazie alla ristrutturazione dell’ex Hotel Palace di via Roma, che garantirà 90 posti letto. Nell’immobile Sassi Masini, nel pieno centro storico di Forlì, Er.Go ha invece realizzato 53 alloggi di diversa tipologia, che permetteranno di ospitare 120 studenti, aumentando di circa 50 unità l’offerta di alloggi universitari di Er.Go in città rispetto all’anno scorso. Anche a Reggio Emilia, infine, aumenta l’offerta di alloggi, grazie a 30 nuovi posti letto in appartamenti Acer nell’ambito del progetto “MoRe for students” di cui Er.Go è partner.

Alloggi anche ad accesso libero
Per il 2010/2011 Er.Go garantisce anche la flessibilità del servizio residenziale. Presso le residenze, infatti, possono alloggiare anche gli studenti che non rientrano in graduatoria e chi ha l’esigenza di fermarsi in città solo temporaneamente, ad esempio partecipanti ai master, tirocinanti e ricercatori. Già adesso ci sono posti disponibili e, nel corso dell’anno, tutti quelli che saranno utilizzabili saranno messi a disposizione attraverso il borsino dello Sportello Unico Casa (Suc) di Er.Go, a cui si accede dal sito www.er-go.it, uno strumento che permette di controllare la disponibilità degli alloggi universitari nel periodo prescelto, verificando in tempo reale anche i prezzi e la tipologia.

Servizio ristorazione
Si conferma anche la possibilità per lo studente di convertire in servizio di ristorazione una quota della borsa di studio, che potrà essere di 220, 440 o 550 euro. In questo caso, Er.Go interviene con l’integrazione di ulteriori 80, 160 o 200 euro, sulla base della quota convertita. Gli studenti che hanno i requisiti di merito per ottenere la borsa di studio, ma non soddisfano quelli di reddito, possono comunque richiedere un contributo di 200 euro per il servizio di ristorazione.

Altri contributi
Ad ulteriore sostegno del periodo degli studi, il bando conferma anche i prestiti fiduciari, una forma di finanziamento a condizioni particolarmente agevolate e senza la necessità di presentare garanzie. Il prestito per lo studente potrà arrivare ad un massimo di 23mila euro. Sul fronte finanziario, inoltre, il bando garantisce assegni formativi compresi tra 2000 e 4000 euro per favorire l’accesso e la frequenza a Master, corsi di Alta Formazione e specializzazione all’estero. Per gli studenti che perdono i requisiti di merito a seguito di eventi di eccezionale gravità, il bando prevede anche interventi straordinari. Confermati, inoltre, anche i contributi per percorsi accademico/formativi connessi a obiettivi di sviluppo regionale.

Mobilità internazionale
Er.Go punta poi a favorire la partecipazione a programmi di mobilità internazionale, mettendo a bando contributi per un totale di 200mila euro, che andranno a sostegno delle spese di vitto e alloggio sostenute all’estero per studio e tirocinio. La mobilità internazionale viene supportata anche attraverso informazioni sulle opportunità di formazione e tirocinio in 22 paesi europei, Nord America, Cina, India, Giappone, Australia, Russia, Marocco e Tunisia, oltre che attraverso la concessione di contributi per la partecipazione ai programmi comunitari.

Interventi a favore dei disabili
Si conferma l’attenzione verso gli studenti disabili, per i quali – come per gli anni precedenti – è assicurato un specifico stanziamento di 45mila euro ad integrazione delle borse di studio e per l’acquisto di strumentazioni per la didattica, oltre che per favorire la mobilità. E’ previsto anche un numero minimo di alloggi riservati nelle diverse sedi, così suddiviso: 20 presso la sede di Bologna, 4 a Forlì, 2 a Cesena, 5 a Rimini, 4 a Ferrara, 4 a Modena, 4 a Reggio Emilia e 10 a Parma. Il bando, inoltre, assegna una borsa di studio annuale di 465 euro ai volontari che si occuperanno di affiancare gli studenti disabili che risiedono nelle residenze universitarie.

Info
Le domande di ammissione per tutti i benefici devono essere compilate esclusivamente on-line all’indirizzo www.er-go.it. Per ogni tipo di informazione relativa al bando gli studenti potranno fare riferimento, oltre che al sito, anche al call center unico regionale: 051-6436900.


Clicca qui per accedere ai siti universitari di Parma amici!

Casa Bambini
kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino