Tessile circolare: è parmigiana la vincitrice della XIV edizione della Settimana europea riduzione rifiuti

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

È parmigiana la vincitrice della XIV edizione della Settimana europea riduzione dei rifiuti che quest’anno ha avuto come tema “il tessile circolare”.

Francesca Passeri, fashion designer, che con il progetto U.P.S.Y. Unique Planet Sustainable Young si è aggiudicata il primo premio della categoria “cittadini italiani”, dando ampia diffusione al tema del rifiuto tessile, è stata premiata a Roma, allo Spazio Europa dell’Ufficio d’informazione per l’Italia del Parlamento Europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

Il progetto ha consentito di scoprire diverse buone pratiche e come fare conoscere l’impegno di attori silenti del territorio. I giovani da lei coinvolti si sono impegnati in tanti diversi progetti legati al mondo della sostenibilità tessile, dando valore all’usato, alla sua storia e al corretto recupero della giacenza materica.

Quale vincitrice italiana, Francesca Passeri concorre con il suo progetto alle selezioni europee nella categoria cittadini, la cui cerimonia di premiazione finale si terrà a Dublino a inizio giugno.

È un esempio di sfida non solo ambientale, ma educativa quello che Francesca Passeri sta continuando a promuovere in diversi Istituti tecnico-professionali a indirizzo moda dell’Emilia-Romagna come Ipsia Primo Levi di Parma e Isis Berenini di Fidenza e accademie toscane quali ITS Mita Academy l’istituto tecnico superiore della moda Made in Italy di Scandicci. Lo fa attraverso campagne di sensibilizzazione didattica verso un uso consapevole della moda e realizzando workshop di upcycling. “Sono in cantiere per maggio – ha raccontato Passeri – alcuni progetti in collaborazione con aziende italiane interessate a creare eventi di sperimentazione circolare d’impresa o progetti “site specific”. L’obiettivo è fare in modo che giovani talentuosi possano diventare motori per la sostenibilità sociale e per il raggiungimento di alcuni goals dell’agenda 2030”.

L’iniziativa europea mirava a promuovere la realizzazione di azioni di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti e l’Italia è tra i paesi partecipanti più attivi, con 5.778 azioni registrate.

La settimana europea, che da tredici anni svolge un ruolo importante nel panorama della comunicazione ambientale, è supportato da partner quali Conai e i Consorzi di filiera del sistema consortile. La selezione delle azioni più meritevoli viene eseguita dal Comitato Promotore Nazionale in cui è coinvolta Aica (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) che segnala i progetti più meritevoli provenienti da tutta Italia, celebrando l’impegno della società civile verso un futuro più sostenibile.

lodi_maggio24
SanMartino
kaleidoscopio
Casa Bambini