All’APE Parma Museo la nuova rassegna “Risonanze”: dialoghi immaginari tra musica e pittura

“Risonanze” è la nuova rassegna ideata da Fondazione Monteparma in collaborazione con l’Accademica Filarmonica di Parma che coinvolge il pubblico in un percorso multidisciplinare tra musica e pittura.

Il programma si articola in tre distinti concerti, ospitati nell’Auditorium di APE Parma Museo (Strada Farini 32/a), ciascuno dei quali sarà idealmente collegato ad uno specifico quadro, selezionato tra le numerose opere d’arte delle collezioni della Fondazione. Il primo concerto, intitolato “Liberty e Jugendstil”, si terrà venerdì 26 maggio alle ore 18 e sarà dedicato al maestro Amedeo Bocchi, artista che, nelle prime stagioni del suo percorso, fu appunto vicino al Liberty e allo Jugendstil viennese di Klimt, che conobbe personalmente.

Per l’occasione, saranno proposte musiche di Giacomo Puccini e di Amilcare Ponchielli, oltre che brani giovanili di Gustav Mahler e Arnold Schónberg, affini all’estetica del modernismo viennese. Ad esibirsi sarà il Quartetto Magnani composto da Giacomo Invernizzi e Michele Rossi al violino, Luciano Cavalli alla Viola e Giacomo Fossa al violoncello. Il secondo concerto, sempre a cura del Quartetto Magnani, è in programma domenica 22 ottobre alle ore 11 ed è incentrato sull’opera “Ritratto di Arturo Toscanini” del maestro Renato Vernizzi: ispirati al personaggio del quadro, i brani musicali esploreranno il tema “Nella forza del mito”.

 

“Né maschio né femmina, noi tutti siamo uno in Cristo”. Le religioni superino le differenze di genere (di Francesca Saccani)

 

All’esecuzione di una preziosa composizione dello stesso Toscanini, saranno accostati brani di Debussy e di Puccini, del quale Toscanini diresse la prima esecuzione de La Bohéme e di Turandot. L’ultimo concerto affronta il dualismo “Classicismo e modernità”: domenica 22 novembre alle ore 11 sarà la volta dell’ensemble degli Archi di Cremona che, traendo spunto dall’opera “Ritratto di Giuseppe Verdi” di Nando Negri, eseguirà musiche di Verdi, Mozart e Richard Strauss. Tutti i concerti sono gratuiti e consentono l’accesso libero alle mostre in corso al museo. È consigliata la prenotazione al num. tel 0521 203413 e via e-mail: info@fondazionemonteparma.it 

cioccolato